Novità ecobonus: Decreto Agosto convertito in legge

Superbonus 110%: le novità previste nel Decreto Agosto convertito in legge

Le  norme che impattano sulle regole del Superbonus 110%: accesso autonomo dall'esterno, asseverazioni sulle parti comuni, dimore storiche, delibere condominiali per approvazione degli interventi di efficienza energetica e delle misure antisismiche sugli edifici e dei relativi finanziamenti

Il  Decreto Agosto, convertito in legge, rende operative le modifiche apportate in sede parlamentare. Vediamo, in particolare, le misure che riguardano l'agevolazione inserita nel nostro ordinamento dall'art.119 del DL Rilancio.

Accesso autonomo e titoli abilitativi

  • il comma 3-quater chiarisce che per accesso autonomo dall’esterno si deve intendere un accesso indipendente, non comune ad altre unità immobiliari, chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o giardino anche di proprietà non esclusiva;
  • il comma 3-quinquies prevede che le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari (articolo 9-bis del D.P.R. 6-6-2001 n. 380) e i relativi accertamenti dello sportello unico sono riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dagli interventi

Superbonus nei territori colpiti dagli eventi sismici

L'art.57-bis, introdotto al Senato, prevede invece che ai comuni dei territori colpiti da eventi sismici la detrazione al 110% delle spese relative a specifici interventi di efficienza energetica e di misure antisismiche (Superbonus) spetta per l'importo eccedente il contributo riconosciuto per la ricostruzione.

Semplificazione procedimenti assemblee condominiali

L’articolo 63, modificato durante l’esame in Senato, prevede che:

  • deliberazioni condominiali per l’approvazione degli interventi di efficienza energetica e delle misure antisismiche sugli edifici e dei relativi finanziamenti, nonché le deliberazioni per decidere di usufruire delle detrazioni fiscali sotto forma di crediti di imposta o sconti sui corrispettivi sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno un terzo del valore dell'edificio.
  • anche in assenza di espressa previsione nel regolamento condominiale, la partecipazione all’assemblea può avvenire anche in videoconferenza.